Alimentazione nei bambini: 4 miti falsi da sfatare

Al giorno d’oggi la routine frenetica alla quale molte famiglie sono sottoposte rende difficile poter cucinare quotidianamente piatti sani e bilanciati. Come conseguenza sempre più spesso i bambini includono nella loro dieta alimenti preconfezionati e assumono abitudini alimentari sbagliate. Nelle scelte alimentari per i loro bambini i genitori sono molte volte influenzati da falsi miti che non fanno che peggiorare la situazione. Abitudini alimentari sane iniziano dalla primissima infanzia.  

healthy food kids

 

  • Mito 1: I bambini hanno bisogno di cibi speciali pensati per bambini, che attraggano la loro attenzione

I bambini possono imparare a mangiare qualsiasi cosa i loro genitori mangiano. Spesso i cibi “pensati per i bambini” sono raffinati, pieni di zuccheri, grassi idrogenati e additivi. Diamo ai nostri bambini le stesse cose che mangiamo noi, che si tratti di insalate, verdure cotte o pesce, l’importante è iniziare da subito a condividere con loro queste pietanze.

 

  • Mito 2: I bambini hanno bisogno di fare numerosi snack

Certo, va bene uno snack tra i pasti principali ma i bambini non dovrebbero indugiare negli snack tutto il giorno, e soprattutto non nei cosiddetti “junk food”, ovvero i cibi spazzatura: patatine confezionate, merendine e succhi di frutta zuccherati. Meglio optare per una fetta di pane con prosciutto o formaggio, un carota da sgranocchiare, uno yogurt bianco, uno smoothie con frutta fresca o ancora una piccola manciata di frutta secca a guscio.

 

  • Mito 3: I cibi grassi faranno diventare sovrappeso il mio bambino

Il nostro corpo ha bisogno di grassi, soprattutto i bambini che hanno un sistema nervoso in continuo sviluppo. Bisogna distinguere bene i grassi “buoni” da quelli “cattivi”. Grassi buoni si trovano nel latte e yogurt interi, nel formaggio (ovviamente occhio alle porzioni), nell’olio extravergine di oliva, nella frutta secca a guscio, nei semi. Tenete invece i vostri bambini alla larga dai grassi contenuti negli alimenti confezionati come merendine e patatine.

 

  • Mito 4: Il succo di frutta fresco è un ottimo modo per far assumere frutta al mio bambino

Bere un succo di frutta non è la stessa cosa che mangiare il frutto corrispondente. Nel succo si concentra una grande quantità di zucchero in un piccolo volume di bevanda, eliminando la maggior parte della fibra. Con il consumo di succhi di frutta non riusciamo a tenere d’occhio la quantità complessiva di zuccheri che ingeriamo nella giornata e a educare i bambini al sapore e alla consistenza del frutto intero. I succhi non devono essere sostituti né di acqua né frutta, in quanto possono contribuire ad aumentare il consumo di calorie e il rischio di carie dentali.

 

Photo by rawpixel on Unsplash

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...